Uno spunto di discussione: casa e poesia vanno d’accordo?

Ho appreso dal puntuale VareseReport dell’apertura di una nuova “casa della poesia” a Varese (l’articolo, nel caso, lo trovate qui: http://www.varesereport.it/2011/11/12/battezzata-al-faido-la-nuova-casa-della-poesia/).

Il dubbio, lo ammetto, mi è sorto all’istante.

Della materia capisco poco, sono sincero, ma “poesia” e “casa” mi sembrano due parole in netto contrasto fra loro: per come la vedo io, la poesia non può avere muri intorno né un tetto a nasconderle il cielo.

Qualcuno, se vuole o se può, mi illumini. Anche non d’immenso, per rimanere in tema.

Grazie.

2 commenti

Archiviato in News, segnalazioni, recensioni, etc.

2 risposte a “Uno spunto di discussione: casa e poesia vanno d’accordo?

  1. Artemio Poddi.

    Caro Franchini,c’è un collegamento.
    Se perdo casa,in genere,perdo anche la poesia.

  2. leila mascano

    Non è detto che bastino le mura a imprigionare la poesia…tutt’al più prigioniero è il poeta, come nel caso di Nazim Hikmet.

Lascia un commento, se ti va

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.